19/02/2013 – day 4
RILASSAMENTO DEI SENSI

Mercato Tradizionale @Ubud, BaliGià di prima mattina la giornata si preannuncia impegnativa.
Secondo i nostri programmi oggi avremmo dovuto lasciare Ubud, noleggiare una macchina e dirigerci ad Amed; un paesino balneare sulla costa est famoso per lo snorkeling e le immersioni subacquee.
Facendo due conti però capiamo che sarebbe più il tempo passato a guidare che quello a divertirci e così decidiamo di prolungare di altre due notti il nostro soggiorno presso Duana’s Homestay e continuare la scoperta di questa deliziosa cittadina.

Subito dopo colazione, ci travestiamo da veri locali e ci lanciamo alla scoperta del mercato tradizionale. Qui, come al mercato del pesce di Jimbaran (16/02/2013), nessuno parla inglese ed i turisti sono ben pochi.
Intorno a noi spezie di ogni genere, tofu, soia fermentata, frutta e verdura; ma soprattutto persone che nonostante non riescano a comunicare con noi, ci riservano sempre un sorriso sincero quasi ammirando la nostra volontà di entrare a far parte del loro “mondo”.Mercato Tradizionale @Ubud, Bali

Usciamo dal mercato ed imbocchiamo una stretta stradina sulla destra, piena di impronte di mani e piedi, giuramenti eterni d’amore e pubblicità dei ristoranti e bar del posto. Ci arrampichiamo fino in cima a questa viuzza che piano piano si trasforma in un piccolo sentiero di campagna, fino a raggiungere le risaie a terrazza.
Qui il panorama è suggestivo. Tutt’intorno campi di riso, palme e silenzio. Nessun taxista insistente che chiede se abbiamo bisogno di un passaggio, nessuno che cerca di venderci qualcosa…solo pace. C’è talmente tanta tranquillità che riusciamo perfino a sentire lo squittio di uno scoiattolino appollaiato su un albero di cocco.

Abbiamo proprio voglia di restare in questo magico mondo di relax e decidiamo di lasciarci coccolare da un bel massaggio balinese. A Bali ci sono centri benessere ogni dieci metri, ma la maggior parte dei quali sono falsi: nient’ altro che una brandina appoggiata nel giardino delle loro abitazioni.
Noi, non essendoci mai fatti fare un massaggio nella nostra vita (a parte la Pam che ha la fortuna di avere in casa la miglior terapista al mondo, la sua mamma!), cerchiamo qualcosa di più autentico e di migliore qualità. Dopo una ricerca su internet scopriamo che proprio a qualche centinaia di metri dalla nostra casetta si trova la IMAN Spa, uno dei centri benessere più apprezzati a Ubud.
Varchiamo la porta d’ingresso e un profumo d’incenso ai frangipani ed una musica rilassante ci invita a lasciar andare le tensioni e le preoccupazioni ed a goderci questo momento. Ci togliamo le ciabatte e ci rilassiamo nell’ accomodante sala d’aspetto, cullati dalla musicalità delle gocce d’acqua di una fontana zen.

Risaie a Terrazza @Ubud, BaliIl massaggio balinese è un insieme di digitopressioni, riflessologia e utilizzo di oli essenziali che hanno la funzione di rilassarti, diminuire le tensioni muscolari, migliorare il sistema linfatico e la circolazione sanguinea. Lasciando la spiegazione tecnica a parte, i due ottimi e professionali terapisti ci hanno fatto accomodare nella stanza doppia regalandoci un esperienza davvero piacevole. Talmente rilassante che mentre rientravamo alla guesthouse, qualcuno era così KO da riuscire a cadere giù da un fosso ed inzupparsi tutti i vestiti di fango !!! (…vero Lele???)

CONSIGLIO: Il prezzo dei massaggi a Ubud parte da un minimo di 60.000 IDR(6$) all’ora, ma attenzione alle fregature. Spendendo qualche soldo in più 120.000 IDR(12$) ci si può concedere veri centri benessere con terapisti specializzati.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>