18/02/2013 – day 3
A SCUOLA DI CUCINA BALINESE

Macaco @Monkey Forest, Ubud, BaliLa sveglia ci viene data da Ayu, la carinissima proprietaria del Duana’s Homestay, con un paio di gustosissimi pancakes alla banana, un’ insalata di frutta tropicale e un paio di caffe. A parte la fenomenale posizione, giusto a qualche minuto a piedi dal centro, questo alloggio economico non è assolutamente niente di speciale:  giusto 4 camere molto semplici e con il minimo-minimo-minimo dei servizi. Quello che però secondo noi è impagabile è il fatto che qui si ha l’opportunità di avere un piccolo assaggio di vera vita balinese. Ci stiamo gustando la nostra colazione in veranda mentre Ayu si prende cura dei suoi ospiti, la madre ci passa accanto con un vassoio pieno di offerte ed incensi fumanti, il padre pulisce il giardino dalle foglie cadute durante la notte e la figlia sta uscendo da casa con la divisa a scacchi rosa, le treccine e lo zainetto, pronta per un altro giorno di scuola.Macachi @Monkey Forest, Ubud, Bali

Oggi vogliamo immergerci in Ubud e scoprirne i suoi segreti. Da subito questa cittadina ci è sembrata più rilassata e più vera rispetto a Kuta, anche se l’incredibile numero di turisti comporta un inevitabile altrettanto elevato numero di instancabili “disturbatori” ambulanti. Ci sono tante cose da fare e da vedere così partiamo dall’attrazione principale, la Sacred Monkey Forest, dove un gruppo di macachi aspetta impaziente la loro dose di banane giornaliera. Nel mentre esploriamo questa piccola foresta tropicale ed i suoi templi è  divertente fermarsi ad osservare da vicino i comportamenti di questi animali, che combinandone di tutti i colori tra di loro e con i turisti, ci mostrano per bene quanto ci assomigliamo! Salutati i macachi percorriamo la Monkey Forest Road in cerca di un boccone trovando un piccolo ristorantino con i tavoli affacciati su una risaia dove un bicchiere di Arak e succo di arancia (tipico cocktail balinese) e una leggera brezza ci rinfrescano dalla calura. Giusto mentre stavamo per uscire e rimetterci in cammino, ecco la pioggia. Fino ad oggi eravamo stati graziati e, nonostante siamo in piena stagione delle piogge, non avevamo visto neanche una goccia. Oggi ci è tornata tutta indietro. Due ore di pioggia furibonda che ha trasformato le strade in fiumi e ci ha costretti a cambiare i nostri programmi. La cosa incredibile è che qui è veramente la normalità. La gente continua nelle proprie attività quotidiane incurante del fatto che stiano piovendo secchiate d’acqua e si vedono personaggi ricorrere le ciabatte portate via dalla corrente o spericolati scooteristi che sembrando Pam @Corso di cucina, Ubud, Balipiuttosto guidare delle moto d’acqua.

Non abbiamo scelta, nulla di quello che avevamo in programma si può fare con questo tempo, così optiamo per il piano B  e ci ricordiamo che Ubud è famosa per i suoi corsi di cucina balinese. Senza pensarci troppo  facciamo una ricerchina su tripadvisor, identifichiamo il corso migliore e dopo 15 minuti il furgoncino di Paon ci sta già aspettando fuori da Rai Pasti, il ristorante in cui eravamo barricati. Arrivati in questa villa balinese, situata in un villaggio appena fuori da Ubud, veniamo accolti da Puspa & Wayan con un calore…onesto. Siamo gli ultimi ad arrivare e tra gli aspiranti masterchefs notiamo una mezza dozzina di incallite vecchiette australiane, tre ricche ragazzotte cinesi, una coppia scozzese (di cui il marito chiaramente in modalità cosi-almeno-per-oggi-questa-non-mi-sfracassa-più-i-coglioni!) e noi. Dunque, considerando che è stato proprio Lele a spingere per andare al corso di cucina, potreste iniziare ad intuire come stanno le cose !?!?!? La lezione è veramente interessante: si incomincia con un’ introduzione sulla coltivazione del riso, sulle spezie tipiche e sui metodi di cottura per poi incominciare con quello che in gergo viene chiamano “prep”, ovvero la preparazione di tutti gli ingredienti. Ed è qui che veniamo muniti di coltello e tagliere ed iniziamo a sminuzzare cipolla, aglio, peperoncini, zenzero, pollo, tofu ed erbette varie per poi passare tutto al mortaio e creare varie pappine tipo il curry giallo e la salsa di Corso di cucina @Ubud, Balinoci che saranno la base delle 7 portate a menu. E’ il momento di iniziare a cucinare sul serio e passare ai fornelli. Tutto è veramente ben organizzato e nonostante il gruppo sia abbastanza grande c’è posto per tutti ed alternandosi ognuno ha la possibilità di cucinare (escluso il marito scozzese, ovviamente). Il costo per 4-5 ore di  corso è di 35$, ma include anche la cena di tutto quello che si è preparato (più o meno un pranzo da matrimonio) e anche un paio di birrette… assolutamente consigliato!!!

CONSIGLIO : Se volete vivere l’esperienza a pieno, seguite la sessione mattutina del corso di cucina di Paon che inizia con l’acquisto delle materie prime al mercato tradizionale di Ubud.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>