06/03/2013 – day 19
PHI PHI ISLANDS

Pubblicato il by tastesofworld

Snorkeling @Phi Phi IslandsSe esiste un paradiso in terra probabilmente è qui, anche se evidentemente troppa gente è stata perdonata dai peccati e vi ha avuto accesso!

Acqua azzurrissima, spiagge bianche, sole splendente, un’ amaca colorata appesa tra due palme ed un bel cocco appena accettato da sorseggiare…purtroppo non questo giro! Nonostante non abbiamo tempo per rilassarci una settimana sulle spiagge più belle della Thailandia, vogliamo comunque esplorare le isole Phi Phi che sono senza ombra di dubbio una delle mete imperdibili di un viaggio in Sud Est Asia ed optiamo per un tour in giornata in motoscafo. Ci sono tante compagnie, tutte equivalenti e tutte con più o meno gli stessi prezzi, ma dopo un attenta selezione abbiamo deciso di affidarci a SeaStar, un tour operator molto attivo e con buone recensioni. Il giro classico comincia alle 7 con il trasferimento al porto e colazione offerta dalla compagnia.
Dopo essere saliti a bordo e aver stappato le prime bevande gratuite, il capitano molla gli ormeggi e si avvia ad una piacevole andatura da crociera, ma appena uscito dal porto eccolo accendere tutti e 4 i motori da 225 cavalli ed abbassare di colpo la leva del gas lanciando la barca ad una velocità folle verso le Phi Phi Islands.Maya Bay @Phi Phi Islands
Questi motoscafi viaggiano veramente veloci e se vi piace l’adrenalina il viaggio è veramente spassoso, meglio delle montagne russe, altrimenti vi ritroverete rannicchiati in un angolo come la nostra vicina koreana sperando solo che tutto finisca presto. La giornata è stata intensa, ma veramente ben riuscita. Abbiamo iniziato con un’oretta di snorkeling perfetto : acqua pulitissima , visibilità eccellete, coralli dalle forme strambe e centinaia di pesci colorati; il tutto racchiuso in una cornice di scogliere verdastre a strapiombo sul mare.
Subito dopo abbiamo visitato Monkey Beach che ospita un gruppo di cattivissimi macachi che non aspettano altro che prendersela con le caviglie dei turisti. Il pranzo a buffet, niente male a dire il vero, ci è stato offerto a Phi Phi Don, l’isola principale dell’arcipelago ed unico posto dove è possibile alloggiare.

Ed il nostro caro amico Mamo era proprio qui, il 26 Dicembre 2004, quando lo zunami si è abbattuto inclemente passando da una parte all’altra dell’isola ed uccidendo più di 2000 persone.Il suo racconto di quel giorno e di come sia riuscito a salvarsi è da pelle d’oca ed inevitabilmente viene da immedesimarsi e pensare a come si reagirebbe in una situazione del genere. Oggi non c’è più nessun segno di tutta quella distruzione e rimangono (finalmente) soltanto tanti cartelli azzurri che indicano la via della salvezza.

Dopo pranzo siamo ripartiti per visitare l’attrazione principale del tour: Maya Bay, usata come set del film “The Beach” con Leonardo Di Caprio. Le guide calcano molto su questo e probabilmente un sacco di gente compra il biglietto solo per vedere questa spiaggia che però ormai non ha Khai Island @Phi Phi Islandspiù niente di eccezionale. Nei momenti peggiori si possono trovare anche 20 motoscafi ormeggiati sulla riva e questo piccolo pezzetto di sabbia bianca viene invaso da centinaia di persone che tolgono ogni briciolo di magia che vi possa essere rimasto. Infine, dopo esserci sollazzati nelle acque della splendida cornice del Pileh Lagoon ripartiamo alla volta di Khai Island, dove ci siamo gustati un’ottima merenda a base di frutta tropicale ed un po’ di meritato riposo prima di rientrare al porto per le 17.00.

Nonostante questi tour siano usualmente pacchiani ed assolutamente turistici il nostro non è stato male, veramente ben organizzato e lo staff è stato davvero gentile…anche con immancabili ritardatari come noi!
Le Phi Phi Islands sono spettacolari e vale sicuramente la pena spendere un po’più di tempo da queste parti, ma purtroppo orde di persone le invadono ogni giorno rendendo veramente difficile trovare la tanto ricercata tranquillità.

CONSIGLIO: Se soffrite di mal di mare non preoccupatevi, la compagnia offre a tutti i partecipanti pastiglie per il mal di mare gratuitamente. Comunque, prendetene giusto una prima della partenza; sono veramente forti ed altamente soporifere e nel giro di dieci minuti sarete costretti a cercare due stuzzicadenti per tenere i vostri occhi aperti.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>