02/03/2013 – day 15
THAI NIGHTS

Pubblicato il by tastesofworld

Go Go Bar @Lamai Beach, ThailandiaQui a Kho Samui abbiamo scoperto un’altra faccia della Thailandia.
Una qualità famosa in tutto il mondo che spinge tanta gente a venire fino a qua in vacanza o addirittura a trasferirsi per sempre: il turismo sessuale.

Appena cala il sole le strade si illuminano e si riempiono di gente, i locali si animano e i Go-Go Bar aprono i battenti. Questi locali non sono altro che banconi da bar, con alcuni pali da lap-dance al centro e tanti sgabelli tutt’attorno.
E’ qui che le ragazze thailandesi si esibiscono nelle loro danze sensuali puntando le loro vittime che passeggiano lungo la strada con saluti, sguardi ed ammiccamenti e come sirene cercano di attirarle a sedersi . Questa è la loro prima missione, che riempie le tasche del proprietario del locale, ma le signorine non hanno ancora raggiunto il loro obbiettivo principale: entrare nelle grazie del cliente in modo da potergli offrire altri tipi di “servizi” più tardi nella serata.
Questo è forse il modo più evidente ed in un certo senso “turistico”, ma per capire quanto è diffuso il fenomeno basta guardare le tante ragazze impegnate a giocare a bigliardo nei pool-bar senza mai imbucarne una o semplicemente che aspettano per ore e ore su dei motorini parcheggiati a bordo strada.
Ed è cosi , che più avanti nella serata, capita di vedere signorotti occidentali sulla settantina che faticano a tenere il passo della ventenne thailandese in tacchi a spillo che per mano li accompagna al resort…Thai Boxe @Lamai Beach, Thailandia

Un altro mito della Thailandia è la Thai Boxe. Per chi non la conoscesse è simile alla boxe tradizionale, ma invece che utilizzare solo le mani si può colpire con ogni parte del corpo, specialmente con i calci. In giro per la Thailandia si tengono incontri spettacolari a livello mondiale, ma in ogni zona turistica vengono organizzati eventi dove poco più che amatori intrattengono i turisti. Il sabato sera a Lamai Beach è la notte della Thai Boxe. Il ring è proprio nel centro della via principale, a fianco di qualche banchetto di cibo asiatico ed immerso nei go-go bar. Alle 22.30 incomincia lo show. I combattenti salgono sul tappeto ed iniziano la preparazione: saluti, riscaldamento e come ogni arte marziale che si rispetti gli immancabili rituali.
Gli avversari si salutano toccandosi i guantoni, la campana suona ed il match incomincia. La prima fase è di studio dell’avversario, fatta di qualche colpo a vuoto, molti abbracci e qualche tentativo più convinto. Con il passare dei round e con la stanchezza che si fa sentire i colpi iniziano ad andare a segno pesantemente sulla faccia e sui fianchi degli avversari ed il pubblico si infiamma mentre sangue e sudore si mischiano e colano sul tappeto.
Tra un round e l’altro è necessario riprendere le energie ed il guerriero è circondato da una schiera di persone che gli cicatrizzano le ferite, lo massaggiano e lo rinfrescano mentre il suo maestro lo disseta, lo consiglia e gli da la carica necessaria per affrontare il prossimo round.
Swing Bar @Lamai Beach, ThailandiaLa stanchezza è tanta, forza e lucidità iniziano a mancare ed inevitabilmente si abbassa la guardia . Ed è proprio in quell’attimo che, veloce come un fulmine e quasi impercettibile ad occhio umano, parte il tremendo  colpo della buonanotte: un calcio volante dritto in volto che segna la fine dei giochi, con uno dei due esultante di gioia mentre l’altro disteso senza sensi al centro del ring.

CONSIGLIO : Se proprio non vi piace gustarvi una Chang ghiacciata mentre guardate due corpi lucidati dal balsamo di tigre darsele di santa ragione, se proprio proprio non vi piace sorseggiare una Singha mentre un paio di chiappe marmoree vi scodinzolano a due centimetri dalla faccia, almeno bevetevi una Leo allo Swing Bar e non perdetevi lo spettacolo dei magia-fuoco sulla spiaggia…impressionante!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>