22/06/2012 – day 153 (-4)
BYRON BAY

Pubblicato il by tastesofworld

@Byron BayDurante il nostro viaggio on the road ci è capitato di incontrare centinaia di backpackers e una delle domande più gettonate tra un bicchiere di Goon e l’altro è: “Qual è il posto che preferite in Australia?”. Il 90% risponde Byron Bay senza pensarci due volte, mentre l’altro 10% ci pensa su qualche secondo e alla fine risponde comunque Byron Bay.
Bhè…non abbiamo certo avuto bisogno di molto tempo per capire perché sia così adorata.
Byron può essere vista come l’esatto opposto della turistica ed affollata Surfers Paradise. Qui si viene accolti da un’atmosfera rilassata, intima, amichevole e si ha l’impressione di far parte di questa comunità da sempre.
I negozi sono piccoli e curati ed il personale è cordiale non perché deve vendere, ma semplicemente perché non c’è niente nella vita che lo renda particolarmente stressato o infelice per cui non valga la pena sorridere ogni giorno. Spiaggia @Byron Bay
Qui si possono abbandonare le proprie tensioni facendosi coccolare dalle mani profumate di massaggiatrici australiane esperte o scoprire il proprio futuro attraverso la lettura dei tarocchi.
Che crediate o meno nel potere di queste arti, certo è che le luci soffuse, il calore delle candele, la musica rilassante, le lampade di sale e l’aria aromatizzata invitano a prendersi un po’ di tempo per sé stessi.
Le spiagge sono un sogno ad occhi aperti: talmente lunghe che è impossibile vedere la fine e così larghe che “un nostro bagno organizzato” non sarebbe in grado di trovare sufficienti ombrelloni per riempirle.
Il vento soffia talmente forte da creare onde gigantesche, così pazzesche che fanno invidia a qualunque surfista non si trovi nell’acqua ad affrontarle.
CFaro @Byron Bayon una piacevole passeggiata è possibile raggiungere il faro, che domina la città dall’alto. Qui la vista è fantastica, ma non c’è niente di meglio di perdersi a fissare il blu intenso del mare e venire sorpresi dagli enormi spruzzi di qualche balena che salta fuori dall’acqua. Sì esatto, questa volta non siamo né in anticipo, né in ritardo, siamo esattamente nel posto giusto al momento giusto per vedere la migrazione dei cetacei.
Byron inoltre ama la musica in tutte le sue forme. Ci sono cartelli che incitano gli artisti di strada ad esibirsi ed addirittura postazioni amplificate appositamente per loro. Il venerdì sera, quasi tutti i pub e i ristoranti offrono spettacoli di musica dal vivo e la città si trasforma in un grande unico concerto…

CONSIGLIO: E’ possibile raggiungere il faro anche in macchina,ma vi toccherà pagare 7$ di parcheggio. Se volete risparmiare ci sono due parcheggi gratuiti appena prima del cartello che avvisa del pagamento, poi salite a piedi per un centinaio di metri.

2 Responses to 22/06/2012 – day 153 (-4)
BYRON BAY

  1. cristina

    penso senza ombra di dubbi , che questo sia il posto migliore dove vivere . posso offrire il mio lavoro nellagiusta atmosfera e consapevolezza. Meraviglioso

  2. marta

    Byron e’ Byron e anche noi l’abbiamo tanto decantata nel ns blog.

    ps. come e’ il rientro a casa??

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>